Pages Navigation Menu

Il miglior ripetitore segnale wifi da esterno

 

Come scegliere il miglior ripetitore di segnale Wi-Fi da esterno del 2017?

 

Avere a disposizione il segnale Wi-Fi in uno spazio chiuso può non essere sempre sufficiente. Se ti trovi a dover amplificare il segnale della tua rete in modo che possa essere fruibile anche all’esterno del tuo ambiente di lavoro, della tua abitazione o altro ancora, un ripetitore di segnale da esterno è quello che ti serve. Scopri in questa utile guida quali sono gli aspetti da tenere in considerazione nell’acquisto di un prodotto a basso costo.

Prima di procedere con l’acquisto di uno di questi dispositivi analizza bene le funzioni e le caratteristiche del prodotto che vuoi comprare. I dettagli che devono essere presenti nel miglior ripetitore di segnale Wi-Fi da esterno sono molti e possono essere sintetizzati come segue.

Per prima cosa presta attenzione a quanti Mbps (megabyte al secondo) vengono erogati. Il dispositivo deve essere in grado di amplificare il segnale senza indebolirlo e rallentarlo. In secondo luogo controlla la portata del ripetitore di segnale. Un modello poco potente potrebbe non essere in grado ti farti accedere alla rete in un punto particolarmente lontano o soggetto a interferenze.

Infine, ti consigliamo di prestare attenzione alle temperature di funzionamento del dispositivo. Conoscendo questo valore potrai essere certo di applicare il prodotto all’esterno nelle condizioni ideali di utilizzo, evitandone guasti e avarie. Con queste informazioni in mente potrai analizzare bene il modello qui proposto e decidere se è adatto o meno alle tue esigenze di rete e di installazione.

 

 

TP-Link CPE210

Principale vantaggio

Il punto di forza di questo ripetitore Wi-Fi da esterno è la sua portata: permette di ottimizzare la trasmissione del segnale fino a 5 km.

 

Principale svantaggio

Alcuni utenti hanno sottolineato la scarsa stabilità in fase di mantenimento del segnale.

 

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Potenza del segnale notevole in tutte le condizioni

Il tratto che distingue positivamente questo modello TP-Link è la portata del suo segnale. Il prodotto illustrato riesce a consentire l’ottimizzazione della trasmissione del segnale Wi-Fi fino a 5 km, una distanza che dovrebbe essere più che sufficiente per le esigenze di chi lo acquista. Tali prestazioni vengono ottenute grazie a un sistema di antenne avanzato, a doppia polarizzazione e con riflessione metallica, che garantisce un maggiore guadagno e risente meno delle interferenze.

Va specificato che questo valore si ottiene in situazioni ideali e che non sempre è possibile avere queste prestazioni. La potenza del segnale può essere regolata, in modo da non eccedere con la trasmissione. Per quanto riguarda la qualità del segnale e la sua velocità, il dispositivo arriva a 300 Mbps a una frequenza di 2.4 GHz.

Si tratta di valori in linea con quelli proposti da altri modelli a prezzi simili e che permettono di avere a disposizione un segnale di rete adeguato in fase di amplificazione. Il prodotto è stato progettato per uso esterno e può funzionare senza intoppi in quasi tutte le condizioni climatiche. Nonostante la potenza e la velocità del segnale, alcuni utenti hanno sottolineato delle lacune nella sua stabilità.

Dotato di un pratico software

Probabilmente non si tratta del miglior ripetitore di segnale Wi-Fi da esterno del 2017, tuttavia, le sue caratteristiche di gestione non passano inosservate. In molti casi, il software dato in dotazione con questi tipi di strumenti per l’amplificazione del segnale sono macchinosi e per nulla intuitivi. Il modello TP-Link PCE210 presenta un software di gestione centralizzata che permette l’impostazione semplice e rapida di tutti i dispositivi da parte dell’utente.

Tramite il computer e il programma Pharaos Control potrai tenere sotto controllo tutta la tua rete. Ti sarà facile rilevare i dispositivi connessi, monitorare lo stato degli stessi, aggiornare il firmware, effettuare la manutenzione della rete e molto altro.

Si tratta di operazioni fondamentali e avere un aiuto valido da parte del software per portarle a termine è un punto a favore verso l’acquisto dell’amplificatore di rete TP-Link. A coloro che sono più pratici ed esperti, viene proposto PharOS, un sistema di gestione su base web per le configurazioni più avanzate.

 

Dotato di un sistema di gestione dei conflitti

Man mano che le dimensioni delle reti wireless aumentano, possono esserci dei conflitti tra le unità di ripetizione (CPE) e i dispositivi Wi-Fi. Questo fenomeno va a incidere negativamente sulle prestazioni della rete.

Per ridurne l’effetto, il TP-Link CPE210 utilizza la tecnologia MAXtream TDMA. Si tratta di un sistema di gestione dei conflitti tra i dispositivi che permette di preservare la funzionalità delle reti Wi-Fi, anche di dimensioni notevoli.

 

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...
Cookies: Su questo sito possono essere presenti cookies tecnici di terze parti che permettono di fare analisi di tipo statistico su visite e comportamento dell'utenza, in particolare si tratta di cookies gestiti da Amazon e Google con il servizio Google Analytics.